Biografia, vita, fatti interessanti di Pyotr Kapitsa - Luglio 2022

Fisico

Compleanno :

8 luglio 1894

Morto il :

8 aprile 1984



Conosciuto anche per:

Scienziato

Luogo di nascita:

Kronštadt, San Pietroburgo, Russia

Segno zodiacale :

Cancro


Pyotr Leonidovich Kapitsa è nato nel 8 luglio 1894 , a Kronstadt, Impero russo . Suo padre Leonid Petrovich Kapitsa era un ingegnere militare e sua madre Olga proveniva da una nobile famiglia ucraina. La famiglia parlava russo e rumeno.

Pyotr kapitsa era uno studente di talento, ma i suoi studi furono interrotti dalla prima guerra mondiale. Ha servito come autista di ambulanza sul fronte polacco. Dopo due anni di servizio militare, Kapitsa tornò a studiare e nel 1918 si laureò al Politecnico di Pietrogrado. Successivamente è andato a studiare in Gran Bretagna, dove ha lavorato con Ernest Rutherford nel Cavendish Laboratory dell'Università di Cambridge. A Cambridge, ha fondato il club Kapitza.

Inizio della carriera

Nel 1920, Pyotr kapitsa stava lavorando allo sviluppo di tecniche per campi magnetici ultrastrong. Iniziò a iniettare alte correnti per piccoli periodi di tempo negli elettromagneti ad aria. Nel 1928, fece un progresso nei suoi esperimenti scoprendo la dipendenza lineare della resistività dal campo magnetico per diversi metalli in forti campi magnetici. Nel 1930, Pyotr kapitsa divenne il primo direttore del Mond Laboratory di Cambridge, incarico che ricoprì fino al 1934. Dopo la fine del suo mandato, tornò in Russia per visitare i suoi genitori, ma il governo di Stalin gli proibì di tornare in Gran Bretagna.

Tutta la sua attrezzatura di ricerca è rimasta a Cambridge. Pertanto Kapitsa è stato costretto a cambiare la direzione della sua ricerca. Ha iniziato a lavorare sulla ricerca a bassa temperatura, inizialmente analizzando i metodi esistenti per ottenere basse temperature. Nel 1934, sviluppò un nuovo apparato per creare elio liquido. Il governo sovietico acquistò alcune delle sue attrezzature da Cambridge e Kapitsa fu in grado di fondare l'Istituto per i problemi fisici.






Lavorare in Russia

Pyotr kapitsa continuò a condurre esperimenti sull'elio liquido e nel 1937 scoprì la sua superfluidità. Ha scritto una serie di articoli sulle sue scoperte e, per i suoi sforzi, gli è stato assegnato il premio Nobel per la fisica. Nel 1939, Kapitsa sviluppò un metodo per la liquefazione dell'aria usando una speciale turbina di espansione ad alta efficienza. Durante la seconda guerra mondiale, Kapitsa fu assegnato alla posizione di capo del dipartimento dell'industria dell'ossigeno, parte del Consiglio dei ministri dell'URSS. Mentre lavorava all'istituzione, ha sviluppato le sue tecniche di espansione a bassa pressione per scopi industriali.

All'inizio degli anni '50, Pyotr kapitsa sviluppato generatori di microonde ad alta potenza. Ha anche scoperto un nuovo tipo di scarica di plasma con temperature degli elettroni superiori a 1.000.000 di K. Nel 1945, Kapitsa entrò in una discussione con il capo dell'NKVD e il progetto sovietico della bomba atomica, Lavrentiy Beria. Kapitsa scrisse a Stalin, lamentandosi dell'ignoranza e dell'arroganza di Beria. Stalin appoggiò Kapitsa e disse a Beria di cooperare con altri scienziati. Nonostante ciò, Kapitsa ha rifiutato di lavorare con Beria.

Dopo la guerra, Pyotr kapitsa è stato tra gli scienziati che hanno creato l'Istituto di fisica e tecnologia di Mosca, dove ha lavorato come professore per molti anni. Nel 1957 fu nominato membro del Presidio dell'Accademia delle scienze sovietica. Kapitsa era l'unico membro del Presidio, che non era un membro del Partito Comunista.

Vita personale

Nel 1927, Pyotr kapitsa sposato con Anna Aleseevna Krylova . La coppia ebbe due figli, Sergey, che divenne un fisico e un demografo, e Andrey, che divenne un geografo, il merito di aver scoperto e chiamato il Lago Vostok, il più grande lago subglaciale dell'Antartide. Kapitsa è morto l'8 aprile 1984.

Nel 1929, Pyotr kapitsa fu eletto membro della Royal Society. L'astronoma sovietica Lyudmila Georgievna Karachkina scoprì un piccolo pianeta, che chiamò 3437 Kapitsa, per onorare il suo nome. Il più grande onore di Kapitsa è stato vincere il Premio Nobel per la fisica del 1978, che ha condiviso con Arno Allan Penzias e Robert Woodrow Wilson.