Biografia Pericle, vita, fatti interessanti - Luglio 2022

Capo militare

Compleanno :

494

Morto il :

429 a.C.



Luogo di nascita:

Atene, Attica, Grecia

Segno zodiacale :


Pericle era un antico Statista, oratore e leader greco di Atene durante l'epoca d'oro. Era un nobile leader ed era responsabile dell'organizzazione di pantheon così come lo sviluppo della democrazia della regola della maggioranza.

Primi anni di vita

Pericle nacque ad Atene, in Grecia, nell'anno 494 a.C. Era nato dal politico, Xanthippus, un comandante dell'esercito ateniese. Sua madre, Agariste, era un membro della famiglia influente di Alcmaemidae. È stato detto che sua madre sognava di dare alla luce un leone prima della sua nascita. Mentre alcuni hanno interpretato questo come un segno di grandezza, altri lo hanno attribuito alle dimensioni insolitamente grandi della sua testa.

Pericle era della tribù di Acamantis. L'influenza della sua famiglia gli permise di proseguire gli studi e in quel momento gli piaceva la compagnia dei filosofi che includeva Protagora, Zenone di Elea e Anassagora che ha avuto un'influenza molto significativa su di lui. Ha anche imparato la musica da maestri come Damon o Pythocleides. Si dice che il suo oratorio, il suo modo di pensare e la sua calma carrozza siano il risultato dell'influenza di Anassagora.






Incursione in politica

Nella sua giovinezza, Pericle evitato apparizioni e occasioni pubbliche. Ha fatto del suo meglio per mantenere un basso profilo durante questi anni, conservandosi come modello per i suoi compagni ateniesi. Si è riservato per grandi occasioni e luoghi. Alcuni dissero che temeva di affrontare le persone a causa delle sue caratteristiche del tiranno, Peisistratus, e quindi cercava di proteggersi. La sua presentazione di 'I persiani di Eschilo' come la liturgia nel 472 aC lo mostrò come un uomo di grande oratorio e uno degli uomini più ricchi di Atene.

Secondo Plutarco, Pericle rimase primo tra gli ateniesi per 40 anni, quindi questo doveva significare che era stato in una posizione di leadership nel 460 a.C. Nel 463 a.C., era il principale procuratore di Cimon, il leader della fazione conservatrice accusata di trascurare gli interessi più importanti di Atene.

Quando Aristide morì e Thermosticles fu bandito, mentre Cimon era tenuto all'estero dalle sue campagne, Pericle decise di avventurarsi completamente in politica, dedicandosi alla gente, combattendo la causa della moltitudine di poveri. Tuttavia, si è offerto solo a grandi emergenze, scegliendo a quali occasioni partecipare e quando fare discorsi. Ha inviato le sue proposte al parlamento attraverso i suoi partigiani.

Efialte era il più grande dei suoi oratori pubblici. Insieme, Pericle ed Efialte hanno istigato un voto nell'assemblea popolare che ha portato alla totale perdita di potere per il vecchio consiglio nobile, Areopago. Ciò portò all'esilio di Cimon, che sostenne il mantenimento di relazioni amichevoli con Sparta. La maggior parte degli storici vede questo atto come l'inizio di Democrazia ateniese. Divenne sovrano di Atene nel 461 a.C. e mantenne la carica fino alla sua morte.

Quel periodo, tra il 460 e il 429 a.C. è considerato come l'Età delle Pericle . Ha istituito molte istituzioni democratiche nel corso del suo dominio e ha portato Atene a diverse battaglie, alcune che si concludono con successo e altre con insuccesso. Notevoli tra queste battaglie sono la ripresa di Delfi dagli Spartani, l'assedio della Marina ateniese a Samos nel corso della guerra di Samia e, in definitiva, la sfortunata invasione di Megara nel 431 a.C. che portò alla sconfitta e alla rovina di Atena.

Vita personale

Pericle si sposò con uno dei suoi parenti più stretti, che gli partorì due figli, Paralus e Xanthippus. La divorziò nell'anno 445 a.C., offrendole un altro marito, con l'accordo dei suoi parenti maschi. Dopo il divorzio, ha proceduto ad avere una relazione a lungo termine con Aspasia di Mileto, che gli partorì un figlio, Pericle il Giovane. Questa azione fu contestata dai figli legittimi di Pericle, con Xanthippus che calunniasse suo padre in pubblico. Pericle fece tutto il possibile per proteggere Aspasia, anche quando fu accusata di corrompere Atene.

Pericle perse la sorella e i figli, Xanthippus e Paralus, che morirono a causa di un'epidemia. Era molto inconsolabile durante questo periodo, anche con Aspasia al suo fianco. Il figlio mezzo ateniese, Pericle il Giovane, ottenne la cittadinanza legale di Atene e il legittimo erede di Pericle. Ciò avveniva in seguito a una modifica della legge proposta da Pericle, che limitava la cittadinanza ateniese ai bambini i cui genitori erano cittadini ateniesi di entrambe le parti.

Pericle morì per la peste che uccise i suoi figli 429 a.C. La sua morte fu molto addolorata dagli ateniesi che pensavano che non ce ne sarebbe stato più nessuno come lui.