Biografia, vita, fatti interessanti di Jorge Luis Borges - Luglio 2022

Autore

Compleanno :

24 agosto 1899

Morto il :

14 giugno 1986



Conosciuto anche per:

Giornalista, romanziere, poeta

Luogo di nascita:

Buenos Aires, Argentina

Segno zodiacale :

Vergine


Nato ad agosto 24, 1899 a Buenos Aires, in Argentina, Jorge Franciso Isidoro Luis Borges Acevedo era uno scrittore ambito, famoso per i suoi racconti, saggi, poesie e per il suo lavoro di traduttore. Durante la sua carriera di scrittore, ha prodotto molti classici del 20 ° secolo come Ficciones (1944) e El Aleph (1949) che hanno contribuito a renderlo un'icona principale nella letteratura latinoamericana. Jorge ha trascorso il suo tempo a reinventare le teorie sulla realtà e lottando per il cambiamento politico, specialmente durante i tempi della guerra delle Falkland. Nonostante sia diventato uno scrittore estremamente influente, non ha ricevuto il famigerato Premio Nobel, rendendolo uno degli scrittori più acclamati dalla critica che non ha mai ricevuto l'onore.

INFANZIA E PRIMA VITA

Jorge Luis Borges è nato in una famiglia di classe media istruita, cresciuto nel sobborgo di Palermo colpito dalla povertà. Suo padre, Jorge Guillermo Borges Haslam era un avvocato, insegnante di psicologia e l'ovvia fonte della passione letteraria di Jorge dovuta al suo amore per la letteratura. È cresciuto anche con sua madre, Leonor Acevedo Suárez e sua sorella minore, Norah. Luminoso sin dalla giovane età, a soli nove anni, Jorge tradusse 'The Happy Prince' di Oscar Wilde in spagnolo, una storia che era stata pubblicata su un giornale locale. A scuola fino all'età di 11 anni, Jorge aveva già imparato a parlare inglese e spagnolo prima che la famiglia emigrasse a Ginevra, in Svizzera, nel 1914, a causa della vista sempre carente di suo padre che lo costrinse a ritirarsi dalla legge. Mentre era a Ginevra, Jorge ha frequentato la scuola per la prima volta ed è diventato fluente in francese.

Durante il suo periodo in Europa , è stato presentato a una vasta gamma di icone di alfabetizzazione come lo scrittore scozzese Thomas Carlyle e, all'età di 18 anni, è stato presentato a Maurice Abramowicz, un'altra fonte di ispirazione. Nel 1918, Borges si è diplomato al liceo e ha conseguito il diploma di maturità, un titolo accademico francese. A causa dei disordini civili verificatisi in Argentina, la famiglia decise di rimanere in Europa e di vivere in varie città della Spagna, tra cui Barcellona, ​​Madrid, Siviglia e Maiorca. Durante questo periodo nella vita di Jorge, fu ulteriormente introdotto alle opere di Gustav Meyrink e Arthur Schopenhauer, individui che in seguito avrebbero continuato a ispirare il lavoro di Jorge. Mentre era in Spagna, divenne anche parte di un movimento letterario ultra modernista. Una delle sue prime pubblicazioni, Hymn to the Sea, è stata pubblicata sulla rivista Grecia.






CARRIERA DI SCRITTURA

Nel 1921, Borges e la sua famiglia era tornata a Buenos Aires con la sua nuova passione trovata per l'Ultraismo. Si espanse massicciamente nella sua carriera di scrittore, pubblicando la sua prima raccolta ufficiale di poesie, Fervor de Buenos Aires nel 1923. Successivamente divenne uno dei membri fondatori del Journal Prisma, una pubblicazione a foglio largo che veniva distribuita incollando copie sui muri delle strade. Durante la metà degli anni '30, Borges divenne uno scrittore frequente per Sur, una rivista che all'epoca era considerata una delle principali autorità letterarie, premiato con popolarità e riconoscimento.

Nel 1933, Borges è stato assunto dal quotidiano Critica in una posizione editoriale in cui ha pubblicato i suoi lavori, che sono stati successivamente raccolti in un libro. Dagli anni 1936 al 1939, ha scritto colonne e articoli settimanali per El Hogar. Nel 1938, Borges fu assunto come primo assistente alla Biblioteca municipale di Buenos Aires. Poiché la biblioteca si trovava nella regione della classe operaia della città, meno di 100 libri dovevano essere elaborati al giorno, lasciando a Borges la maggior parte dei suoi giorni per scrivere articoli, saggi e racconti nel seminterrato delle biblioteche.

Dopo la morte improvvisa di suo padre nello stesso anno, Borges ha continuato a scrivere Pierre Menard, autore di The Chisciotte, che fu pubblicato nel maggio del 1939, un libro che analizzava le relazioni padre-figlio. Col passare del tempo, la passione di Borges per la scrittura ha iniziato a diminuire, il che lo ha portato a diventare un conferenziere pubblico, una carriera che gli ha permesso di ottenere ulteriore pubblicità ed è diventato l'ambito Presidente della Società degli Scrittori argentina, nonché altri incarichi tra cui il Professore di inglese e letteratura americana. Nel 1954, il racconto di Borges Emma Zunz fu prodotto in un film dal regista argentino Leopoldo Torre Nilsson. Durante questo periodo, Borges ha anche sperimentato la scrittura di sceneggiature.

PERSONALE DELLA VITA

Borges sposò Elsa Astete Millán, la vedova di un caro amico, nel 1967. Si dice che il matrimonio sia avvenuto perché sua madre stava invecchiando e non era in grado di prendersi cura del figlio cieco. Il matrimonio finì dopo tre anni e dopo che il procedimento fu concluso, Borges tornò alle cure di sua madre. Nel 1986, mesi prima della sua morte, Borges sposò Maria Kodama, la sua assistente all'epoca.

Borges è morto il 14 giugno 1986 a causa di un tumore al fegato. All'epoca era tornato a vivere a Ginevra ed è stato portato al Cimetière des Rois.




VISIONI POLITICHE

Come scrittore, il lavoro di Borges fu fortemente influenzato dai movimenti politici durante la sua vita ed era un individuo attivo quando si trattava di parlare. Durante una conferenza alla Columbia University nel 1971, Borges è stato citato dicendo che era conservatore, con opinioni contro il comunismo, i regimi nazisti e i movimenti antisemiti, ma espresse chiaramente che queste opinioni personali erano state escluse dal suo lavoro scritto.

Alla fine degli anni '60, Borges fu intervistato da Richard Burgin in cui affermava: '... che gli individui dovrebbero essere forti e lo Stato dovrebbe essere debole'. Dopo il rovesciamento del colpo di stato in Argentina nel 1955, Borges espresse un completo oltraggio per il fatto che il Partito comunista argentino si oppose al tentativo in corso di liberare il governo dai peronisti e rompere l'ex stato sociale. Ha espresso apertamente queste opinioni nelle colonne del diario e durante le sue lezioni.

Vi è anche una grande quantità di informazioni considerate Borges come antifascista, antiperonista e una vasta gamma di articoli che esprimono il suo sostegno alla giunta militare argentina, opinioni successivamente scandalizzate.

MALATTIE E MALATTIA

Alla vigilia di Natale, 1938, Borges è stato oggetto di un grave incidente che gli ha causato una ferita alla testa quasi fatale, in cui è quasi morto per infezione. Durante questo periodo, Borges sperimentò vari nuovi stili di scrittura che portarono alla formazione di Pierre Menard, autore del Chisciotte. Alla fine degli anni '50, anche Borges era diventato completamente cieco.

GRANDI OPERE

Borges è rinomato come uno dei più influenti e grandi scrittori della storia dell'America Latina. Fin dall'inizio della sua carriera di scrittore, ha pubblicato le collezioni ancora più popolari come Ficciones (1944) e El Aleph (1949). Molte di queste storie furono successivamente raccolte e successivamente pubblicate nuovamente in Labyrinths (1962), una selezione di 23 racconti che è ancora oggi un acquisto estremamente popolare.

Altre pubblicazioni importanti includono The Library of Babel, un racconto in cui un universo prende la forma di una libreria, un perfetto esempio di stile di scrittura di Borges e intuizione unica nel modo in cui percepiva la realtà.

PREMI E RICONOSCIMENTI

Verso la fine della sua vita ispiratrice, il lavoro di Borges ha guadagnato un'enorme quantità di popolarità e apprezzamento, risultando in una serie di premi e riconoscimenti.

Premio Gerusalemme per la libertà dell'individuo nella società -1971 · Special Edgars Award - 1976 · World Fantasy Award - Life Achievement -1979 · Miguel de Cervantes - 1980 · Balzan Prize for Literature and Philosophy -1980 · Prix Mondial Cino Del Duca - 1980 · Premio National Critics Circle Award for Criticism -1999 ·