Herbert Spencer Biografia, vita, fatti interessanti - Giugno 2022

Filosofo

Compleanno :

27 aprile 1820

Morto il :

8 dicembre 1903



Conosciuto anche per:

Biologo, Sociologo

Luogo di nascita:

Derbyshire, Inghilterra, Regno Unito

Segno zodiacale :

Toro


Vita e formazione

Herbert Spencer sono nato 27 aprile 1820 , a William e Harriet Spencer. È nato a Derby, Derbyshire, Inghilterra . Herbert Spencer era il maggiore di nove figli e l'unico di tutti i fratelli sopravvissuto all'infanzia. Anche così, era un bambino di cattiva salute e gli era stato insegnato a casa da suo padre piuttosto che frequentare la scuola.

Sebbene suo padre si chiamasse William, il suo secondo nome era George, e quello era il nome con cui era conosciuto. George era un insegnante di materie di matematica e scienze come l'astronomia e la fisica, tra gli altri, chiamato, a quel tempo, il “ scienze empiriche. ”

George ha anche instillato opinioni alternative in suo figlio, in particolare l'opposizione a tutte le forme di autorità. Era segretario della Derby Philosophical Society, una società scientifica fondata da Erasmus Darwin, nonno di Charles Darwin. I membri della società introdussero il giovane Spencer all'idea di evoluzione biologica, o 'sopravvivenza del più adatto'.

Il resto della sua istruzione è stato fornito da suo zio, reverendo Herbert Spencer che gli ha insegnato matematica, fisica e latino limitato per poter tradurre testi.






carriera

Herbert Spencer trovò difficile nei prossimi anni accontentarsi di un lavoro particolare. Fu un ingegnere civile per le ferrovie durante il boom della fine del 1830, ma allo stesso tempo scrisse per riviste che non erano conformi alle loro opinioni religiose e tendevano al radicale nelle loro opinioni politiche.

Fu redattore secondario dal 1848 al 1853 per The Economist, che era una rivista di libero scambio. Durante questo periodo ha pubblicato il suo primo libro, Statica sociale (1851).

Il suo editore era John Chapman e Chapman lo presentò a molti dei principali pensatori radicali e progressisti dell'epoca. Due dei suoi nuovi amici, George Henry Lewes e Mary Ann Evans, lo presentarono al lavoro di John Stuart Mill chiamato, Un sistema di logica e anche Auguste Comte Positivismo . Dopo aver letto questi, Spencer ha iniziato il suo lavoro per tutta la vita.

Il suo secondo libro, Principi di psicologia , fu pubblicato nel 1855. Il libro non ebbe molto successo e la prima edizione non si esaurì fino al 1861.

Nel 1858, Herbert Spencer aveva una bozza per il suo lavoro, Sistema di filosofia sintetica . Stava per dimostrare che il principio dell'evoluzione poteva essere applicato in tutte le discipline tra cui biologia, psicologia, sociologia e moralità. Herbert Spencer pensavo che il lavoro gli avrebbe richiesto 20 anni per essere completato, e che sarebbe stata una raccolta di dieci volumi. Alla fine ci è voluto il doppio del tempo e Herbert Spencer è stato passare quasi il resto della sua vita a lavorarci su.

Anche se in difficoltà finanziariamente per cominciare, entro il 1869 Herbert Spencer è stato in grado di sostenersi dalla sua scrittura. Nel 1870, era considerato il filosofo più famoso del periodo.

Herbert Le opere di Spencer erano molto lette e tradotte in diverse lingue. Questi includevano tedesco, francese, spagnolo, russo, giapponese e cinese. Si crede che Herbert Spencer fu il primo, se non altro, filosofo a vendere oltre un milione di copie delle sue opere mentre era ancora in vita.

Ha scritto oltre otto libri e più di sei raccolte di saggi, tra cui, Principi di psicologia (1855), Sistema di filosofia sintetica in dieci volumi, (1864) e L'uomo contro lo stato (1884).

Società importanti

Herbert Spencer divenne un membro dell'Athenaeum, che era un esclusivo Gentleman's Club a Londra. Uno doveva avere una carriera distinta nelle arti e nelle scienze per diventare un membro.

Era anche un membro dell'X Club. Questo esclusivo club di ristorazione di nove membri si riuniva su base mensile e aveva alcuni dei più importanti pensatori dell'età vittoriana come compagni.




Anni dopo

Nei suoi ultimi anni, Herbert Spencer divenne sempre più conservatore nel suo pensiero.

Da giovane credeva nel voto per le donne e nella nazionalizzazione della terra, quindi gli aristocratici non avevano tutto il potere. Negli anni successivi uscì in forte opposizione al suffragio femminile. Era anche d'accordo con i proprietari terrieri contro quella che vedevano come una tendenza al socialismo.

Herbert Spencer ha scritto per tutta la vita, anche se negli anni successivi ha dovuto dettare piuttosto che scrivere se stesso. La sua autobiografia in due volumi fu pubblicata postuma, nel 1904.

Grandi opere

L'uomo contro lo stato (1884) fu l'opera più famosa di Herbert Spender ed espresse le sue opinioni politiche dell'epoca.