Biografia, vita, fatti interessanti di George Wald - Luglio 2022

Scienziato

Compleanno :

18 novembre 1906

Morto il :

12 aprile 1997



Luogo di nascita:

New York City, New York, Stati Uniti d'America

Segno zodiacale :

Scorpione


Nato 18 novembre 1906 , George Forest era uno scienziato americano e premio Nobel. George Forest era noto per le sue ricerche sui pigmenti nella retina che hanno portato alla scoperta della vitamina A nella retina. Ciò lo portò a ricevere il premio Nobel per la fisiologia o la medicina insieme a Halden Keffer Hartline e Ragnar Granit nel 1967. George Forest prestò servizio anche in diverse altre funzioni e divenne un commentatore sociale e politico di fama internazionale.

Lavoro di ricerca

Dopo la sua educazione, George Forest ha studiato la vitamina A e ha scoperto che la retina aveva un componente della vitamina A. Con ulteriori ricerche, George Forest scoperto che, quando nella retina, la rodopsina era esposta alla luce, produceva una proteina opsina e un composto che conteneva vitamina A. George Forest ha quindi concluso che la vitamina A era un fattore essenziale per la buona prestazione della retina. George Forest ulteriori ricerche sulla retina con i suoi colleghi nel 1950, ma questa volta con un approccio chimico. Il team ha estratto i pigmenti dalla retina e con l'uso dello spettrofotometro ha misurato l'assorbanza della luce dei pigmenti. L'esperimento ha rivelato la lunghezza d'onda che l'occhio potrebbe rilevare. Le sue scoperte in visione gli valse il Premio Nobel per la fisiologia o la medicina.






Primi anni di vita

George Forest è nato nel 18 novembre 1906 , a New York City per Ernestine e Isaac Wald. Entrambi i genitori erano immigrati ebrei. George Forest fu educato alla Brooklyn Technical High School di New York e si laureò nel 1922 come uno dei pionieri. George Forest poi si iscrisse alla New York University dove si laureò con una laurea nel 1927. Nel 1932, George Forest poi ha ricevuto il suo dottorato di ricerca. in zoologia dalla Columbia University.

carriera

George Forest ha ricevuto una borsa di studio dal Consiglio Nazionale delle Ricerche degli Stati Uniti dopo la laurea all'università. Con il pass, George Forest viaggiò con Otto Heinrich Warburg in Germania, e fu allora che la sua ricerca portò alla scoperta della vitamina A nella retina. Per espandere le sue ricerche, ha viaggiato a Zurigo, in Svizzera, per lavorare con Paul Karrer che ha scoperto la vitamina A. George Forest poi tornò in Germania per lavorare brevemente con Otto Fritz Meyerhof a Heidelberg. La sua permanenza lì fu tuttavia ridotta a causa dell'ascesa di Adolf Hitler e la vita degli ebrei divenne in pericolo in Europa. Dopo essere tornato negli Stati Uniti, George Forest collaborò con l'Università di Chicago nel 1933 e successivamente all'Università di Harvard nel 1934 come istruttore e in seguito divenne professore.

Nel 1950, George Forest divenne membro della National Academy of Science. Con il suo status di premio Nobel e di eminente scienziato nei suoi confronti, George Forest divenne un commentatore sociale e politico e attirò l'attenzione nazionale e internazionale. Mentre parlava al MIT nel 1969, criticava il governo degli Stati Uniti per essere preoccupato della morte, con il compito di uccidere e essere ucciso. Durante la crisi degli ostaggi in Iran nel 1980, George Forest faceva parte della delegazione di Ramsey Clark in quel paese.




Vita personale

George Forest è stato sposato due volte, prima a Frances Kinsley nel 1931 e ebbe due figli, Michael e David. Dopo il divorzio, ha sposato il biochimico Ruth Hubbard nel 1958 con il quale ebbe anche due figli, Elijah Wald che divenne un musicologo e musicista pluripremiato e Deborah che lavorò come avvocato di diritto di famiglia. Morì il 12, 1997 a Cambridge, nel Massachusetts.

Premi e riconoscimenti

George Forest ha vinto un premio Nobel per la fisiologia della medicina nel 1967 per le sue scoperte in visione. Ha vinto la medaglia di Frederic Ives di Osa nel 1966 e la medaglia d'oro Paul Karrer dell'Università di Zurigo. Fu anche invitato tra gli altri premi Nobel a Mosca nel 1986 per consigliare Mikhail Gorbachev su questioni ambientali.