Gene Siskel Biografia, vita, fatti interessanti - Luglio 2022

Ospite

Compleanno :

26 gennaio 1946

Morto il :

20 febbraio 1999



Conosciuto anche per:

Personalità televisiva

Luogo di nascita:

Chicago, Illinois, Stati Uniti d'America

Segno zodiacale :

Acquario

Zodiaco cinese :

Gallo

Elemento di nascita:

Legna


Gene Siskel è stato un acclamato critico cinematografico e editorialista per il Chicago Tribune. Sposato nel 1980 con Marlene Iglitzen, produttrice di notiziari televisivi, la coppia ebbe tre figli, Kate, Callie e Will.

Nei primi anni

Nato il 26 gennaio 1946 , a Chicago, Illinois, Gene Siskel Eugene Kal Siskel era originariamente nato da genitori immigrati ebrei russi, Ida Kalis e Nathan William Siskel. Sebbene fosse rimasto orfano all'età di dieci anni, Siskel non ebbe un'infanzia triste. Con suo fratello e sua sorella, fu allevato da sua zia materna, Mae Gray e suo marito Joseph, che avevano tre figli propri.

Siskel frequenta la Culver Academy, un collegio in Indiana, laureandosi nel 1963. Si unisce alla Yale University dove vince una borsa di studio per gli affari pubblici della Coro Foundation. Intendendo essere un avvocato, Siskel si è laureato in filosofia e si è laureato alla Yale University nel 1967. Mentre si trovava a Yale, ha studiato scrittura sotto il suo mentore, John Hersey, autore del premio Pulitzer. Dopo la laurea, si unì alla US Army Reserve e fu chiamato per il servizio attivo l'anno successivo. Ha scritto comunicati stampa per la Scuola di informazione del Dipartimento della Difesa e questa esperienza ha suscitato il suo interesse per il giornalismo.






carriera

Siskel tornò a Chicago nel 1969 e con una lettera di raccomandazione del suo mentore di Yale John Hersey; ha ottenuto un lavoro presso il Chicago Tribune. Iniziato come giornalista locale e scrittore di personale per il dipartimento domenicale di articoli di carta, è stato promosso critico cinematografico sette mesi dopo quando ha scritto una recensione di The Rascal di Walt Disney.

Nel 1975, Siskel che aveva fornito recensioni e funzionalità per WBBM-TV, l'affiliata della CBS di Chicago ha collaborato con Roger Ebert, un critico cinematografico per il rivale Chicago Sun-Times. Hanno ospitato uno spettacolo di prossima apertura in un teatro vicino a te. al WTTW, una stazione PBS di Chicago locale. Siskel ed Ebert avevano una scoppiettante chimica in onda segnata da disaccordi esuberanti, pieni di spirito e talvolta caustici, ma le loro diverse opinioni non fecero che accrescere il fascino dello show. Lo spettacolo si è evoluto in ‘ Anticipazioni ’ e il loro “ pollice in su, pollice in giù ” il sistema divenne presto un marchio riconoscibile con annunci cinematografici che lo includevano abitualmente nelle loro conferme.

Lo spettacolo ha raccolto un pubblico nazionale nel 1977, quando è stato trasmesso in serie sul sistema del programma PBS. Nel 1982, ‘ Anteprima di anteprima ’ è andato in sindacato nazionale come ‘ At The Movies ’ . Lo spettacolo è stato prodotto da Tribune Broadcasting, la casa madre del primo giornale di Siskel, Chicago Tribune.

Nel 1986 il loro spettacolo è stato acquistato da Buena Vista Television, un sindacato di The Walt Disney Company. Sebbene lo spettacolo fosse stato inizialmente intitolato ‘ Siskel &Ebert. Al film ’ , è stato successivamente abbreviato in Siskel &Ebert.

A parte il suo spettacolo con Ebert, Siskel ha continuato a recensire il Chicago Tribune nella sua rubrica 'Flicks di Siskel' raccoglie '. La colonna fu in seguito scelta per sindacazione nazionale. È anche apparso come revisore di 'CBS This Morning', 'Good Morning America'. e per la WBBM-TV a Chicago. Ha anche recensito per varie riviste come la guida TV più venduta e Sports Illustrated.

eredità

Dal 1969 al 1998, Siskel compilato ‘ migliori film dell'anno elenchi ’. L'elenco ha fornito uno schema delle sue scelte critiche. Lui ed Ebert furono d'accordo su nove delle sue selezioni migliori e sette volte la scelta numero uno di Siskel non comparve affatto nella lista delle dieci migliori di Ebert.

Con l'aumentare della popolarità dello spettacolo, aumentarono anche il potere e l'influenza di Siskel ed Ebert. Hanno attirato l'attenzione sui problemi che li interessavano. Hanno usato la loro influenza per difendere film e documentari indipendenti e in lingua straniera che altrimenti sarebbero stati relegati nel back burner e destinati a fallire. Hanno fatto una campagna per una valutazione di film non X per adulti che in parte ha portato alla creazione della valutazione NC-17. Siskel ed Ebert ha condannato la colorazione e ha spinto per un maggiore utilizzo del film in bianco e nero. Hanno anche sostenuto le immagini letterbox a schermo intero sul video.

Siskel faceva parte del comitato consultivo del Film Center presso la School of Art Institute di Chicago . Era un sostenitore della missione del Film Center e ha scritto molti articoli elogiando la loro programmazione unica. Ha anche espresso il suo sostegno per i finanziamenti pubblici e ha sollecitato il suo pubblico a sostenerlo. In suo onore, il Film Center è stato ribattezzato The Gene Siskel Film Center nel 2000.

Il film, Saturday Night Fever era il preferito di Siskel e lo aveva visto 17 volte. Durante l'asta ha persino comprato l'abito bianco a tre pezzi e la camicia nera indossati da John Travolta nel film. Il suo film preferito fin dall'infanzia era Dumbo. Ha spesso affermato che il film lo ha influenzato molto. Altri suoi film preferiti di tutti i tempi includono Il padrino, Il generale, Shoah, Citizen Kane, Pinocchio, Tokyo Story Singin 'in the Rain, 2001: Odissea nello spazio e Dr. Stranamore.

D'altra parte, i tre film che non hanno impressionato Siskel sono The Million Dollar Duck ’ una commedia del 1971, Maniac ’ un film horror del 1980 e Black Sheep ’

Negli anni '90, Siskel , appassionato di sport, ha coperto le celebrazioni degli spogliatoi della sua squadra di basket preferita, i Chicago Bulls ai campionati per le trasmissioni televisive della WBBM TV.

Nella sua città natale di Chicago, una sezione di Erie Street era dedicata come Siskel &Ebert Way. Il 19 aprile 1994, il governatore dell'Illinois Jim Edgar proclamò ufficialmente 'Gene Siskel Day'.




Premi

Siskel ha vinto numerosi premi nella sua lunga e illustre carriera come critico televisivo e giornalista di stampa e trasmissione. Ha vinto un Chicago Emmy Award nel 1979 ed è stato nominato sei volte per Siskel &Ebert nelle nomination al National Emmy Award. Ha anche ricevuto un Iris Award dalla National Association of Television Programming Executives (NATPE) e divenne la prima emittente ad essere iniziata nella NATPE Hall of Fame nel 1984.

È stato anche inserito nella Hall of Fame del giornalismo di Chicago nel 1997 ed è stato inserito nella Hall of Fame dell'Illinois Broadcasters nel 2001. Siskel al fianco di Ebert è stato premiato dalla Hollywood Radio and Television Society come Man of the Year nel 1993.

Morte

L'8 maggio 1998, Siskel è stato diagnosticato un tumore al cervello canceroso e tre giorni dopo, è stato sottoposto a un intervento chirurgico al cervello. Ha fatto un rapido ritorno ma il 3 febbraio 1999 ha annunciato che si stava prendendo un congedo per riprendersi da una reazione ritardata all'operazione, ma si aspettava che tornasse quell'autunno. Il 20 febbraio, all'età di 53 anni, morì per complicazioni di un altro intervento all'ospedale Evanston in Illinois.