Biografia, vita, fatti interessanti di Erma Bombeck - Luglio 2022

Giornalista

Compleanno :

21 febbraio 1927

Morto il :

22 aprile 1996



Conosciuto anche per:

Personalità televisiva

Luogo di nascita:

Bellbrook, Ohio, Stati Uniti d'America

Segno zodiacale :

Pesci


Umorista americano popolare Erma Louise Bombeck , nota per le sue spiritose colonne sindacali scritte per molti giornali e riviste, è nata il 21 febbraio 1927. Il suo luogo di nascita è Bellbrook, Ohio, Stati Uniti d'America. La professione di suo padre, Cassius Edwin Fiste, era quella di un operatore di gru. È cresciuta a Dayton dalla sorella maggiore paterna Thelma. Erma iniziò la scuola elementare nel 1932. Si trasferì a casa di sua nonna insieme a sua madre dopo la sfortunata e prematura morte di suo padre nel 1936. Alla fine, sua madre si risposò nel 1938. Erma ha praticato e imparato a cantare e ballare alla tip tap durante la sua infanzia. Una stazione radio locale l'ha incaricata di esibirsi per i bambini. Ha continuato l'atto per otto lunghi anni.

PRIMI ANNI DI VITA

Ha frequentato la Emerson Junior High School nei primi anni '40. La scuola pubblicava un suo giornale intitolato ‘ The Owl ’ . Ha iniziato a scrivere una colonna satirica su quel giornale mentre studiava lì. Nel 1942, Erma si è iscritto alla Patterson (precedentemente Parker) Vocational High School. Anche lì ha iniziato a scrivere una colonna piuttosto seria sul giornale della scuola. Era solita dare un pugno all'umorismo nel suo stile inimitabile e caratteristico. Nello stesso anno, ha anche iniziato a lavorare come copista nel quotidiano locale di Dayton Herald. Nel 1943, la famosa attrice americana Shirley Temple visitò Dayton. Erma ha intervistato Temple che si è rivelato essere il suo primo importante incarico giornalistico. Poco dopo, il quotidiano Dayton Herald ha presentato questa intervista.






FORMAZIONE SCOLASTICA

Dopo aver completato gli studi alle superiori nel 1944, iniziò a svolgere diversi tipi di lavori strani. Si è impegnata in lavori come dattilografia, stenografia e piccoli compiti giornalistici a Dayton Herald e in varie altre organizzazioni. Nel 1946, entrò nell'Università dell'Ohio, ad Atene, nell'Ohio con l'aiuto dei soldi che guadagnava facendo tutti quei lavori strani. Tuttavia, non poteva competere con lo standard dell'università. Pertanto, il giornale universitario ha palesemente rifiutato di pubblicare i suoi contributi letterari. A corto di soldi, ha lasciato l'università dopo solo un semestre. Tuttavia, il fallimento non ha scoraggiato i suoi spiriti. Presto si unì all'Università di Dayton.

Erma ha continuato il suo ruolo di lavoratore part-time, impegnandosi in diversi tipi di lavori, tra cui la stesura di colonne per i giornali, il lavoro di PR in YMCA locale e il lavoro di contabile di controllo delle termiti in un'agenzia pubblicitaria. Inoltre è diventata un collaboratore regolare per la pubblicazione di studenti universitari ‘ L'esponente ’. Nel 1949, Erma si è laureata all'università con una laurea in inglese.

CARRIERA

Tornò a unirsi al giornale Journal-Herald (precedentemente noto come Dayton Herald) dopo la laurea. Questa volta ha iniziato a contribuire anche alla sezione donne del giornale. È diventata una casalinga a tempo pieno dopo il suo matrimonio nel 1953. Tuttavia, ha continuato a scrivere le sue colonne satiriche regolari sul Dayton Shopping News. Dopo aver trascorso un decennio a soddisfare le esigenze della maternità, Erma tornò al suo posto nel 1964.

Inizialmente ha lavorato per il Kettering-Oakwood Times scrivendo nelle sue colonne settimanali. Dopo un po ', ha iniziato a scrivere due colonne umoristiche settimanali per il Dayton Journal Herald. Gli articoli sono diventati nazionali solo dopo tre settimane attraverso il Newsday Newspaper Syndicate. Erma era solito scrivere tre colonne settimanali intitolate 'At Wit's End' che è stato pubblicato attraverso il sistema di sindacazione nazionale. Inizialmente, questi articoli erano destinati a 36 importanti quotidiani americani. Il successo delle sue colonne sindacate ha portato la sua carriera di scrittore a un grafico al rialzo. Presto, ha iniziato a collaborare con varie altre riviste letterarie tra cui Digest di Reader, Good Housekeeping Magazine, Redbook, Family Circle e anche riviste per adolescenti. Nel 1978, le sue colonne apparivano regolarmente in circa 900 giornali.




ALTRE OPERE LETTERARIE

Oltre alle sue opere giornalistiche e di scrittura di colonne, ha anche scritto diversi libri di successo. Tra questi spiccano 'Ho perso tutto nella depressione post-natale'. (1973), 'Se la vita è una ciotola di ciliegie', 'Cosa sto facendo ai box?' (1978) e il suo magnum opus funzionano ‘ The Grass Is Always Greener over the Septic Tank ’ (1976). The Grass is sempre Greener è stato successivamente trasformato in un film televisivo.

CARRIERA IN TELEVISIONE

Erma ha fatto una carriera di successo anche in televisione. È apparsa nel telegiornale della ABC 'Buon giorno America' dal 1975 al 1986. Ha anche provato la sua mano come scrittrice e produttrice nella sua serie televisiva intitolata 'Maggie'. Tuttavia, una scarsa risposta da parte degli spettatori ha costretto i produttori a mettere in onda lo spettacolo subito dopo otto episodi.

VITA E LEGACIA PERSONALI

MATRIMONIO E BAMBINI

Erma sposato William Lawrence Bombeck il 13 agosto 1949. Oltre alla figlia adottiva, la coppia ebbe anche tre figli insieme.

QUESTIONI E MORTE SULLA SALUTE

Erma le fu diagnosticato un tumore al seno nel 1992. Alla fine, dovette sottoporsi a un intervento chirurgico chiamato mastectomia. Tuttavia, con sua sfortuna, le fu nuovamente diagnosticata una malattia renale policistica. Per sopravvivere al disordine genetico incurabile, andò alla dialisi quotidiana di routine. I suoi medici le hanno consigliato di sottoporsi a un'operazione di trapianto di rene. Ha subito l'intervento chirurgico il 3 aprile 1996. In una tragica svolta di eventi, non è stata in grado di far fronte alle complicazioni dell'intervento e l'ha respirata per l'ultima volta il 22 aprile 1996. Con la sua morte, ha lasciato una ricca eredità dei suoi scritti dove eccelleva nell'umorismo autoironico nel suo caratteristico stile inimitabile.