Biografia, vita, fatti interessanti di El Lissitzky - Luglio 2022

Architetto

Compleanno :

23 novembre 1890

Morto il :

30 dicembre 1941



Conosciuto anche per:

Artista

Luogo di nascita:

Pochinok, Smolensk Oblast, Russia

Segno zodiacale :

Sagittario


Il Lissitzky era un Artista, designer, architetto e fotografo russo, che faceva parte del movimento d'avanguardia.

Primi anni di vita

Lazar Markovich Lissitzky nacque nella città di Pochinok, in Russia, il 23 novembre 1890. La sua famiglia era ebrea. Ha studiato nelle scuole di Vitebsk e Smolensk. All'età di 13 anni, ha iniziato a prendere lezioni d'arte dal pittore Yehuda Pen. Nel 1909, ha cercato di entrare in un'accademia d'arte a San Pietroburgo. Fu respinto perché le leggi consentivano solo un piccolo numero di studenti ebrei di entrare nelle scuole.

Partì per la Germania e iniziò a studiare ingegneria architettonica all'università tecnica di Darmstadt. Trascorse un po 'di tempo visitando la Francia e l'Italia e ammirando la loro arte e architettura. Quando iniziò la prima guerra mondiale, dovette tornare in Russia. Trascorse un anno a studiare al Politecnico di Riga, che era stato trasferito a Mosca.






carriera

Dopo la laurea, Il Lissitzky ha lavorato per le aziende degli architetti Roman Klein e Boris Velikovsky. Iniziò a concentrarsi sull'arte ebraica che fiorì dopo la caduta del regime zarista antisemita. Ha illustrato alcuni libri per bambini yiddish. Nel 1917, ha pubblicato il libro Una conversazione quotidiana, dove ha decorato le lettere ebraiche in uno stile artistico moderno. Successivamente, ha pubblicato un libro che raccontava la canzone della Pasqua ebraica Una capra attraverso i disegni.

Nel 1919, Lissitzky iniziò a insegnare architettura e arti grafiche alla People's Art School di Vitebsk. Fu anche assunto per realizzare manifesti di propaganda, raffiguranti principalmente il politico Leon Trotsky Ben presto conobbe l'artista Kazimir Malevich e divenne molto influenzato dal suo stile. Abbandonò l'arte figurativa e scelse invece il suprematismo.

The Lissitzky's l'opera più famosa a quel tempo era il poster chiamato “ Batti i bianchi con la zeppa rossa. ” Raffigurava la lotta tra comunisti e conservatori. Nel 1920, lui e Malevich formarono un gruppo di artisti chiamato UNOVIS. Hanno lavorato alla creazione di un balletto promuovendo le loro idee e hanno rifatto l'opera Victory Over the Sun. Si sciolsero nel 1922.

Durante questo periodo, Lissitzky creò alcuni suoi dipinti che chiamò Proun. Erano astratti e geometrici e servivano come base per il suo futuro lavoro di architettura. Talvolta contenevano simboli ebraici.

Nel 1921, Il Lissitzky si trasferì a Berlino. Ha ottenuto un lavoro come rappresentante culturale della Russia, con l'obiettivo di collegare artisti russi e tedeschi. Lì, ha iniziato a trascorrere del tempo con molti artisti come Kurt Schwitters e Theo van Doesburg . Ha continuato a illustrare libri per bambini, e ha anche sviluppato la sua carriera nella progettazione grafica. Nel 1924 si trasferisce in Svizzera. Ha disegnato pubblicità e ha sperimentato tipografia e grafica. L'anno successivo, tornò a Mosca e iniziò a insegnare interior design e architettura.

Nel 1926, Il Lissitzky iniziato progettare sale espositive . Ha iniziato con due sale d'arte a Dresda e Hannover. Ha continuato nel suo paese, progettando esposizioni per padiglioni sovietici. Ha anche continuato a lavorare con i supporti di stampa, disegnando poster. Ha persino iniziato a sperimentare fotomontaggio , facendo innovazioni nel settore. Nel 1932, la rivista Ogonyok gli commissionò la progettazione di un edificio che sarebbe servito da tipografia. Lo ha creato con l'idea di realizzare un grattacielo orizzontale. L'edificio era la sua unica opera architettonica.

Negli anni '30, Stalin iniziò a chiudere gli artisti ’ sindacati. Tutti dovevano conformarsi allo stile desiderato del paese. La carriera di Lissitzky stava ancora andando forte. Ha lavorato come uno dei principali decoratori di la mostra agricola all-union, il padiglione centrale, e il padiglione sovietico per la Fiera mondiale di New York del 1939.

Vita personale

Nel 1927, Il Lissitzky sposò lo storico dell'arte e collezionista tedesco Sophie Kuppers. Nel 1930, avevano un figlio di nome Jen. Ha annunciato la sua nascita creando un fotomontaggio che ha anche dato importanza al Paese.




Morte

Il Lissitzky ha subito una lunga battaglia con la tubercolosi. È morto 30 dicembre 1941, A mosca. Prima di morire, ha iniziato a scrivere la sua autobiografia. Sua moglie lo finì e lo pubblicò nel 1967, chiamandolo El Lissitzky: vita, lettere, testi.