Christiane Nüsslein-Volhard Biografia, vita, fatti interessanti - Luglio 2022

Biologo

Compleanno :

20 ottobre 1942

Conosciuto anche per:

Ricercatore



Luogo di nascita:

Magdeburgo, Sassonia-Anhalt, Germania

Segno zodiacale :

Libra

Zodiaco cinese :

Cavallo

Elemento di nascita:

acqua


Christiane Nüsslein-Volhard è uno scienziato tedesco e vincitore del Premio Nobel per la medicina nel 1995. Ha condiviso il premio con Edward Lewis e Eric Wieschaus . I tre hanno lavorato mano nella mano nello sviluppo embrionale. È ricordata soprattutto per i vari contributi nel campo della genetica. Ma la sua ricerca sullo sviluppo embrionale spicca tra tutte le sue opere. Ha anche scritto alcuni dei libri più apprezzati della sua carriera. Il suo primo libro, ad esempio, è stato nel 2002. È stato pubblicato con il titolo Zebrafish: un approccio pratico . Attualmente è direttrice del Max Planck Institute for Developmental Biology.

Primi anni di vita

Christiane Nüsslein-Volhard è nato nel 20 ottobre 1942 . Il suo luogo di nascita era in Magdeburg situato a Germania . È la figlia di Rolf Volhard e Brigitte Volhard. Suo padre era un architetto professionale ed era anche un musicista a modo suo. Sua madre, d'altra parte, aveva un occhio per la pittura.






Formazione scolastica

Durante i suoi studi, Christiane Nüsslein-Volhard si interessò molto alla letteratura e alla scienza tedesche. Era una brillante studentessa esibita dalla sua buona prestazione nel suo lavoro scolastico. Dopo la laurea nel 1962, ha provato un corso di cura per vedere se la medicina era tra i suoi interessi. Un mese dopo essersi iscritta al corso, decise che il suo vero interesse era per la biologia e non per la medicina.

Successivamente si è iscritta all'Università di Tubinga, dove ha studiato biochimica. Nel 1969 ha conseguito un diploma in materia. Ha anche conseguito il dottorato. dalla stessa università. Ha condotto la sua ricerca post-dottorato nel laboratorio di Basilea. Il biologo Walter Gehring era proprietario del laboratorio.

carriera

Christiane Nüsslein-Volhard ha iniziato la sua carriera di ricercatore nel 1978 presso l'European Molecular Biology Laboratory. Si trova a Heidelberg, in Germania. Era il capo del gruppo di ricerca presso il laboratorio. In seguito è stata raggiunta da Eric Wieschaus, un altro biologo americano.

Durante questo periodo, ha condotto numerosi tipi di ricerche in alcuni campi. Successivamente ha spostato la sua attenzione ricercando i mutanti di Drosophila. Si riunì al laboratorio Friedrich Miescher situato nel Tubingen dal 1981. Ha anche continuato a ricercare mutanti di Drosophila.

Quattro anni dopo aver lavorato nel laboratorio Friedrich Miescher, è entrata a far parte del Max Planck Institute for Developmental Biology. Da allora è stata direttrice dell'istituto. Nel 1992, ha continuato le sue ricerche sulla genetica ma questa volta sul pesce zebra. Le sue scoperte dalla ricerca hanno contribuito a ulteriori studi sulla genetica del pesce zebra.

Oltre alla sua carriera di ricerca di successo, Christiane ha anche scritto libri. Il suo primo libro del 2002 fu intitolato Zebrafish: un approccio pratico . È anche autrice Ritorno alla vita: come i geni guidano lo sviluppo .




Grandi risultati e riconoscimenti

Nel 1986, la Fondazione tedesca ha conferito a Christiane il premio Leibniz. Questo è stato per il suo grande contributo scientifico come scienziato originario della Germania. Più tardi nel 1991, le è stato nuovamente assegnato il Premio Albert Lasker per la ricerca medica di base . Ha ricevuto il premio dalla Fondazione Lasker. Ha condiviso il prestigioso premio Nobel per la medicina nel 1995 con Edward Lewis ed Eric Wieschaus.

Vita personale

Non si sa molto sulla vita matrimoniale di Christiane Nüsslein-Volhard . Si ritiene solo che abbia acquisito il titolo di Nusslein da 'suo marito'. prima di divorziare. All'epoca era ancora una giovane ricercatrice. Gli altri nomi e maggiori dettagli di suo marito ” sono sconosciuti.