Charlotte E. Ray Biografia, vita, fatti interessanti - Giugno 2022

Attivista

Compleanno :

13 gennaio 1850

Morto il :

4 gennaio 1911



Conosciuto anche per:

Avvocato

Luogo di nascita:

New York City, New York, Stati Uniti d'America

Segno zodiacale :

Capricorno


Non si può pensare all'America durante il diciannovesimo secolo senza ricordare i pregiudizi e il razzismo che tormentavano ogni parte della società. Queste controversie turbano il Nuovo Mondo fino ad oggi. Hanno lasciato una macchia negli Stati Uniti che è difficile da eliminare. E non si può pensare al mondo del 19 ° secolo senza ricordare i diritti limitati delle donne. La biografia di Charlotte E. Ray è quindi notevole - non è stata solo una delle poche donne a diventare avvocati a quel tempo, ma anche il prima donna afro-americana per farlo in America. Forse la mentalità del 19 ° secolo ha trovato questo fatto particolarmente affascinante, ma dal nostro punto di vista moderno, questo è notevole.

Primi anni di vita

Charlotte E. Ray nacque dal reverendo Charles Bennett Ray e Charlotte Augusta Burroughs Ray a New York City, il 13 gennaio 1850. È interessante notare che in un certo senso, ha camminato sui gradini di suo padre. Il reverendo Charles, a parte i suoi doveri religiosi, era un membro attivo di il movimento abolizionista. Possedeva anche uno dei giornali afroamericani più famosi dell'epoca, Americano colorato. Charlotte E. Ray ha trascorso la sua infanzia con altri sei fratelli. Inizialmente vivevano a New York City, ma in seguito si trasferirono a Washington. Fu a Washington che Charlotte iniziò la sua prima educazione, nell'Istituto per l'educazione della gioventù colorata.






Formazione universitaria e polemiche

Dopo essersi laureata l'unica scuola per consentire l'istruzione per gli afro-americani, Carlotta fu invitato a diventare insegnante alla giovane Howard University. Insoddisfatta della prospettiva di insegnare, voleva studiare legge e fare domanda per il programma nella stessa università. Forse conoscendo i pregiudizi del suo secolo, Charlotte fece domanda con il nome C. E. Ray, per evitare di essere rifiutato per essere una donna. Non lo ha mai confermato, però.

L'America è la prima

1872, tre anni dopo l'iscrizione di Charlotte, prodotto la prima donna afro-americana con una laurea in legge negli Stati Uniti. Il fatto che una donna ricevesse la laurea era abbastanza sorprendente ed essere nera la rendeva un caso ancora più sorprendente. Lo stesso anno, il 23 aprile, fu ammessa a diventare avvocato nel Distretto di Columbia, completando l'impresa menzionata nel primo paragrafo.




La peste del pregiudizio

Charlotte E. Ray, ora fiducioso nelle sue capacità, l'aprì proprio studio legale a Washington D.C. Alcuni anni dopo, nel 1875, ottenendo un altro primato come donna, invocò un caso la Corte suprema della Columbia. I pregiudizi, tuttavia, sono la parte più difficile da rimuovere dalla natura umana. Aveva di fronte un atteggiamento odioso basato sia sul colore della sua pelle che sul suo genere. Una donna afro-americana che praticava la legge alla fine del XIX secolo era notevole. Era anche troppo per la società del tempo.

Anni finali

Di fronte al muro del pregiudizio che ha ostacolato la sua carriera legale, Charlotte E. Ray tornò a New York per lavorare come insegnante. Rimase un difensore delle sue convinzioni e si unì all'Associazione nazionale delle donne colorate lo stesso anno in cui fu fondata. Avendo solo una pratica legale limitata e affrontando la negazione di un'intera nazione, ha continuato a insegnare fino alla sua morte 4 gennaio 1911.

Lasciando un segno

Spesso basta solo una scintilla per accendere un grande fuoco, e Charlotte E. Ray è l'incarnazione di questa idea. Aveva solo un accesso limitato al suo commercio e la strada che percorreva era piena delle spine del pregiudizio. Ha alleggerito il cielo oscuro della società infantile. Ray sarà senza dubbio ricordato come di breve durata, ma una stella luminosa.