Charles Julius Guiteau Biografia, vita, fatti interessanti - Luglio 2022

Avvocato

Compleanno :

8 settembre 1841

Morto il :

30 giugno 1882



Conosciuto anche per:

scrittore

Luogo di nascita:

Freeport, Illinois, Stati Uniti d'America

Segno zodiacale :

Vergine


Charles Julius Guiteau era un avvocato americano che sparò due volte e uccise il 20 ° presidente degli Stati Uniti James Garfield.

Primi anni di vita

Charles Julius Guiteau nacque a Freeport, Illinois, l'8 settembre 1841, da Luther Wilson e Jane Howe Guiteau. Nel 1850, il quarto nato nella famiglia di sei fratelli si trasferì con la sua famiglia nel Wisconsin. Nel 1855, tornò a riferire con suo padre dopo la morte di sua madre. Ha studiato alla Ann Arbor High School nel Michigan. Ha provato a iscriversi all'Università del Michigan ma non ha superato il test d'ingresso.

Si unì a una setta religiosa chiamata la comunità Oneida a New York nel 1860. Rimase lì per qualche tempo prima di essere respinto da altri seguaci. Lasciò la setta e trovò un lavoro d'ufficio in uno studio legale di Chicago. Successivamente ha superato un test di qualifica e ha ottenuto una licenza di pratica legale a Chicago.






carriera

Come avvocato, Guiteau ebbe scarso successo nella pratica. È apparso in tribunale una volta nella sua carriera. Anche allora ha discusso e perso il caso. Rimase confinato in ufficio e continuò con il lavoro clericale di riscossione delle fatture di pagamento. Guiteau non è mai stato a lungo presso lo studio legale. Lasciò la pratica e divenne teologo.

Ha viaggiato in lungo e in largo evangelizzando tutti coloro che si preoccupavano di ascoltare i suoi testimoni. Nel tentativo di accreditare i suoi insegnamenti, scrisse un libro teologico intitolato La verità. Il libro è stato gravemente plagiato dall'opera di John Noyes, il fondatore della comunità di Oneida. Nonostante la battuta d'arresto nella pubblicazione, ha continuato nella sua ricerca religiosa. Ha ottenuto la sua grande svolta religiosa nel 1877. Guiteau ha avuto un'udienza e ha tenuto lezioni ai seguaci della Chiesa congregazionale di Washington.

Successivamente, ha rivolto gli occhi sulla politica americana. Sostenne Ulisse Grant durante le primarie del Partito repubblicano del 1880. Ha scritto un discorso a favore di Grant. Quando Garfield vinse le primarie, riscrisse il titolo per leggere Garfield. Ha presentato il discorso ai membri del Partito repubblicano durante la riunione del comitato nazionale nel 1880. Garfield vinse le elezioni presidenziali statunitensi quell'anno. Dopo la vittoria, Guiteau accreditato il discorso che ha scritto come fattore determinante nella vittoria repubblicana contro i democratici.

Rimase a Washington DC visitando il Segretario di Stato James Blaine chiedendo un lavoro governativo. Ha insistito per essere nominato nei circoli diplomatici. Disse al segretario Blaine di organizzare la sua nomina come ambasciatore americano a Vienna, ma in seguito chiese il posto diplomatico a Parigi. Quando Blaine ignorò la sua richiesta, si rivolse al presidente. Anche il presidente lo ignorò. Alla fine, il segretario Blaine ordinò alla sua espulsione di accedere al complesso del Congresso. Il 14 maggio 1881, Guiteau fu espulso e escluso dal complesso congressuale.

Assassinio

Con una profonda convinzione di aver contribuito in larga misura alla vittoria presidenziale di Garfield, Guiteau sentiti tradito dall'espulsione. Rimase un lealista del Partito Repubblicano durante la presidenza di Garfield. Col passare del tempo, si convinse che il presidente stava gradualmente erodendo la popolarità del partito. Decise di aiutare il partito a elevare il vicepresidente Chester Arthur per salire al potere.

Ha concepito l'idea che rimuovere Garfield dalla presidenza era il suo divino dovere. Ha escogitato un piano per rimuoverlo dall'ufficio. Concluse che ascoltare la divina vocazione divina era più vantaggioso per lui, per il partito e per il popolo americano in generale. Decise di uccidere unilateralmente il presidente. Guiteau ha iniziato a profilare tutti gli incontri presidenziali e l'itinerario. Una volta ha inseguito il presidente in un servizio in chiesa e voleva ucciderlo. Desisteva dalle riprese dopo aver provato compassione per la moglie del presidente che sedeva accanto a lui.

Guiteau leggi della visita presidenziale nel New Jersey attraverso la stampa. Decise di sfruttare l'opportunità per eseguire la sua missione. Il 2 luglio 1881, il presidente Garfield andò alla stazione ferroviaria per salire a bordo di un treno da Baltimora al New Jersey. Con il presidente c'era il segretario di stato James Blaine. Guiteau si armò di due lettere e una pistola revolver carica. Aveva inviato una lettera al capo dell'esercito William Tecumseh e l'altra allo staff della Casa Bianca. Garfield arrivò con Blaine alla stazione. Blaine indietreggiò e lasciò il presidente per salire le scale per salire sul treno. Guiteau prese la pistola e sparò al presidente due volte dietro. Mentre il presidente cadde a terra, Guiteau si sentiva soddisfatto per l'adempimento del dovere divino.




Prova e condanna

Guiteau è stato arrestato immediatamente dopo aver sparato al presidente. La polizia lo ha accusato di tentato omicidio mentre il presidente giaceva in ospedale. Dopo la morte di Garfield, l'accusa si ribaltò all'omicidio del presidente il 14 ottobre 1881. Il processo iniziò ufficialmente il 14 novembre 1881, nella capitale statunitense di Washington DC.

Sebbene il tribunale abbia nominato due avvocati difensori per l'imputato, Guiteau ha insistito per difendersi durante il processo. A sua difesa, ha ammesso di essere pazzo il giorno della sparatoria perché Dio gli aveva tolto il libero arbitrio di decidere. Guiteau dichiarò che in tribunale non era pazzo dal punto di vista medico. La sua ammissione ha reso inammissibile in tribunale il motivo di follia dei suoi avvocati. Il tribunale lo ha ritenuto colpevole e lo ha condannato all'impiccagione. Guiteau morì impiccando il 30 giugno 1882.